Home Page Albergo Camere e Tariffe Storia Photogallery Come Arrivare
Energia e Biomassa Contatti Eventi e Links Sconti per i clienti

 

Abbiamo ritenuto di interesse inserire nel nostro sito anche una sezione che riguarda da vicino la tutela ambientale: la nostra struttura infatti si è dotata di una caldaia a "biomassa" in grado di sfruttare le più svariate tipologie di combustibili provenienti da fonti rinnovabili per la produzione ed il recupero dell' energia termica.

I combustibili utilizzati sono pellet, mais, nocciolino (derivato da noccioli di olive), gusci di pinoli,  frutta secca in genere e non ultima la legna delle nostre zone montane.

Questa tipologia di caldaia è in grado di sfruttare la combustione di questi prodotti, per produrre acqua calda sanitaria e riscaldamento.

La caldaia installata nella nostra struttura della marca TATANO ha una potenzialità nominale di 93,02 Kw pari a circa 80.000 Kcal/h ed una potenzialità massima al focolare di 108,14 Kw pari a circa 93.000 Kcal/h.

L' impianto è stato progettato per avere la massima resa con il minor consumo ottenendo un rendimento dell' 82,4% risultante dalle analisi fumi eseguite al momento del collaudo di primo impianto.

L' impianto è in grado di fornire acqua per uso sanitario e per riscaldamento con un dispendio di energia pressochè trascurabile.

Esso è costituito da un bollitore che contiene 1.000 litri di acqua sanitaria alla temperatura costante di 55/60°C 24h su 24 che nel periodo estivo, la caldaia riesce a mantenere costante in temperatura funzionando solo 4/5 ore al giorno.

La pompa di ricircolo cessa di funzionare non appena il termostato posto sul bollitore rileva la massima temperatura impostata.

Nello stato di funzionamento estivo è in funzione una delle due pompe di ricircolo, mentre in inverno è in funzione anche l' altra che permette l' avvio del riscaldamento all' interno dei locali della struttura.

La normativa che regola il funzionamento degli impianti termici infatti vieta il funzionamento simultaneo dei due circolatori (sanitario-riscaldamento) obbligando il progettista a realizzare l' impianto rispettando questa priorità.

Il riscaldamento della struttura è affidato a cinque fancoil che per mezzo di contro soffittature canalizzate forniscono  aria calda alle varie stanze per mezzo di bocchette poste sopra le porte di accesso ai locali.

Da ogni fancoil giunge alla caldaia un segnale che la informa in qualsiasi istante dello stato di funzionamento di ognuno di essi;

Ogni fancoil è provvisto di un termostato che segnala lo stato di funzionamento, trasmettendolo alla caldaia tramite una centralina elettronica.

L' elettronica in questo caso gioca un ruolo importante al servizio del benessere grazie a coloro che hanno sviluppato la sua applicazione su questo particolare generatore di calore che non utilizza alcun derivato del petrolio o gas metano.

 
 
       
 
   
       
 
   
       
     
       
     
         
 

Si ringrazia per l' esecuzione dell' opera:

Ditta "Acerbi e Frosini" di Pistoia (Fornitura caldaia e progettazione impianto termico)

Studio tecnico Ing. Alberto Brogi di Pistoia (Progettazione impianti elettrici)

Ditta "Termoclimatica" di Pagnini Maurizio (Realizzazione impianto termico)

Ditta "Siel" di Pesce Samuele  di San Mommè (Realizzazione impianto elettrico e quadri di controllo)

Ditta "Cambielli" di Pistoia (Forniture idrotermosanitarie e condizionamento)

Ditta "Bacci e Grazzini" di Pistoia (Forniture materiali edili)

Partecipazione, supervisione e direzione lavori P.I. Roberto Guidi

Copartecipazione lavori:

Ing. Alessandro Niccolai, Geom. Massimiliano Niccolai, P.I. Giacomo Guidi, Elena Niccolai, Curio Niccolai, Lorena Guidi, Stefania Montini.

 

Un sentito ringraziamento ad Antonio

 

   

Albergo Guidi - Via San Mommè alla Collina, n°45 - 51100 - San Mommè, Pistoia ( Toscana, Italia )- p.i.  01766230476